VUOI CONOSCERE LA STORIA DELLA ZONA? Regalati due libri unici

  • "Passeggiata in sei quartieri di milano" Affori, Bovisa, Bovisasca, Bruzzano, Comasina, Dergano fra arte e storia
  • "Affori & Uniti va in città" di Aldo Bartoli Ed. Raccolto
  • "Album di famiglia" di Aldo Bartoli Ed. Raccolto

Google+ Followers

Iscriviti e segui il sito via Email

venerdì 22 novembre 2013

Bianco Inverno 2013 in Zona9

Mille e una luce su Milano per le feste natalizie , grazie al progetto «Iluminami», l’evento clou del «Biancoinverno 2013-14».

Un albero di Natale di 30 metri in Piazza Duomo e oltre venti spazi, dal centro alla periferia, saranno illuminati e animati per coinvolgere i milanesi di tutte le età.

Rispetto agli anni passati, per la prima volta le numerose iniziativa promosse dal Comune (tra le altre, le luminarie sparse per la città , come in via Traversi a Quarto Oggiaro) saranno a costo zero.

Merito del bando attraverso il quale è stato possibile individuare una società capace di raccogliere sponsor disposti a investire sul progetto.

LUMINARIE A COSTO ZERO - Così, grazie all’impegno di un pool di aziende – in prima fila DHL Express, main sponsor del progetto -, il «Biancoinverno» quest’anno non comporterà nessun onere per le casse di Palazzo Marino. «Come già accade in tante altre città del mondo – ha dichiarato l’assessora al Tempo Libero Chiara Bisconti – le aziende che vivono e operano sul territorio contribuiscono all’abbellimento e alla vivacità del tessuto urbano nel periodo delle festività natalizie.

In questo modo, avremo per le feste una Milano illuminata e animata attraverso un progetto d’insieme con una regia organica e coerente».

ADDOBBI SOSTENIBILI - Il tutto con un’attenzione alla sostenibilità: led e illuminazioni saranno tutte a basso consumo energetico, l’albero con certificazione del Corpo Forestale dello Stato.
Infine, i cittadini saranno coinvolti direttamente attraverso un concorso fotografico che avrà come soggetto la città. Un modo per i milanesi di scoprire e raccontare la Milano natalizia.

Anche il Consiglio di Zona 9 promuove la realizzazione di mercatini tradizionali legati al tema natalizio, come iniziativa di animazione culturale, attraverso l’aggregazione della cittadinanza nei Quartieri al fine di rivitalizzare le zone periferiche.

Si ricercano soggetti in grado di realizzare iniziative consistenti nell’organizzazione e realizzazione di Mercatini di Natale.
Possono partecipare al bando gli Operatori commerciali, gli Artigiani e mestieranti, nonchè gli Enti e le Associazioni operanti nel settore.
L’iniziativa non comporterà costi per l’Amministrazione e dovrà svolgersi nelle località definite dalla Commissione Commercio tra il 1° dicembre e il 7 gennaio 2014.
Sono privilegiate le iniziative che valorizzano le attività commerciali presenti nelle vie o nelle zone, anche partecipando direttamente.

Gli eventi sono finalizzati alla socializzazione e all’aggregazione della cittadinanza, alla promozione delle attività artigianali e di commercio al dettaglio inerenti il tema del Natale e dovranno essere caratterizzati da una prevalente vocazione culturale atta a valorizzare i territorio cittadino.
Sono previsti eventi di intrattenimento natalizi, come una pista del ghiaccio allestita sul piazzale del Maciachini Center, realizzata dai commercianti del Quartiere.

Dal 1° dicembre a partire da Isola, Piazza XXV Aprile, passando da Piazzale Maciachini, Via Carlo Imbonati, Via Pellegrino Rossi e Via Astesani, anche la Zona9 si illuminerà per dimostrare che con il crowd funding anche il singolo cittadino può contribuire e collaborare attivamente per rendere più coesa, bella e partecipata la Zona 9.

Per maggiori informazioni si invitano gli Operatori Commerciali, gli amici e i simpatizzanti del Progetto IlluminaMi a contattare i referenti locali:

- NetGang S.a.s. – Idee Digitali & IT Consulting
Via Carlo Imbonati, 75 – scrivi@zona9.it (Maciachini/Imbonati)

- Associazione AscoArt , Viale Affori, 1
riccardopollice@libero.it (Astesani/Affori)

- Seghieri S.r.l. – illuminarista
seghieri@libero.it (Rif. Zona9)

- PSLive Global, Via Bracco, 6 (sponsor)

BUON NATALE! :)

Che cos’è il crowd funding?

venerdì 1 novembre 2013

HAFFOWEEN – Halloween ad Affori

Giovedì 31 ottobre, dalle 16,30 alle 19,30 Cari bambini, siete tutti invitati a partecipare a HAFFOWEEN Un pomeriggio a tema Halloween ad Affori dedicato dai negozianti ai Bambini! Gli Operatori associati ASCOART di Affori hanno deciso di dedicare un pomeriggio di attività a tema Halloween ai bambini del Quartiere! Un modo per dare un segnale positivo alle famiglie per ricreare un bel rapporto con loro! Famiglie e Negozi sono la forza del Quartiere! In tutti i negozi che espongono la coccarda Haffoween entrate a fare: “Dolcetto o scherzetto“ Riceverete anche un regalo “zuccoso”! In più tantissime sorprese che i commercianti hanno deciso di organizzare per voi! Mappa negozi aderenti HaffoweenSe avrete il coraggio potrete: – trasformarvi grazie ai truccabimbi; – cuocere i biscottini nel forno magico; – bere la bibita mostruosa insieme agli zombie; – danzare con le streghe intorno al pentolone; – scoprire dove vivono i vampiri; – assaggiare l’intruglio magico; Non mancheranno poi delle brave streghette che trasformano i palloncini magici in fiori, spade, cappelli…!! Ed infine tanti piccoli laboratori per creare una scarpetta, una maschera mostruosa, un sacchettino per i dolcetti e tanto altro ancora! Per chi volesse girare in compagnia abbiamo organizzato 3 punti di partenza distribuiti nel Quartiere: - Creartù di Via George Sand; - davanti al cancello di Villa Litta; - fermata MM3 Affori Centro; Le brave streghette vi aspetteranno dalle 16,30 alle 16,50 per poi partire per una passeggiata di gruppo. BUON HAFFOWEEN A TUTTI!

La gallery delle foto scatatte è visibile al seguente link: http://www.flickr.com/photos/viaimbonati/sets/72157637167080343/

mercoledì 16 ottobre 2013

Test drive dell'auto elettrica A2A in Zona 9, Via Carlo Imbonati

In questa splendida giornata di sole abbiamo provato per gli amici di Zona 9 il quadriciclo dell'A2A, gestito dalla EQ Sharing, il primo car sharing totalmente elettrico di Milano.

Guarda le foto scattate

All'incrocio fra Viale Pasubio e Piazza XXV Aprile, fino alla fine del mese, sarà possibile provare una delle mini-auto elettriche patrocinate dal Comune di Milano.

La flotta di EQSharing è costituita da quadricicli elettrici, facili e divertenti da guidare dove potrai salire con un passeggero perché sono abilitati per due persone.
Potrai circolare in area C, nelle ZTL, nelle corsie preferenziali e parcheggiare gratuitamente nelle aree per i motoveicoli e nelle aree per le autovetture (strisce gialle e blu) con un’autonomia di 40 Km!

Nei costi di sharing sono inclusi i consumi elettrici e le assicurazioni. EQSharing è integrato al trasporto pubblico, le sue stazioni di prelievo sono nelle Isole Digitali ubicate nelle immediate vicinanze dei principali snodi di comunicazione.

PRIMA FASE DAL 14.10 AL 20.10
Il servizio EQSharing sarà disponibile in versione dimostrativa presso le seguenti 9 isole digitali

Cinque Giornate
Pagano - via Del Burchiello
Cusani
XXV Aprile - viale Pasubio (Zona 9)
Cadorna - Foro Bonaparte
Loreto - Argentina
Centrale - Duca D'Aosta
Porta Venezia - Oberdan
via Hoepli

Tutti coloro che volessero provare il servizio EQSharing, possono recarsi presso le isole digitali e con l’ausilio di un dimostratore possono provare ad utilizzare uno dei veicoli che fanno parte della flotta contattando i simpatici e disponibilissimi operatori al numero: 800.035.151 oppure: 02.77.203.406 oppure: 02.88.45.27.79

Per effettuare il test drive è necessario essere maggiorenni e possedere la patente B.
In questa fase il sito www.eqsharing.it sarà disponibile per fornire le informazioni sul funzionamento del servizio.

SECONDA FASE DAL 21.10 AL 27.10
In questa fase continuano i test drive così come nella prima fase ma dal 21.10 sarà possibile iscriversi al servizio sul sito www.eqsharing.it .
Per l’iscrizione è necessario essere maggiorenni ed essere in possesso della patente B. Il metodo di pagamento utilizzato è la carta di credito (sono escluse le prepagate).
Dopo aver effettuato l’iscrizione al servizio, sarà possibile ritirare la EQSharing Card, presso uno dei punti indicati.
In questa fase non sarà possibile usufruire del servizio .

TERZA FASE DAL 28.10
Il servizio prende avvio. In ognuna delle 15 isole digitali sarà possibile prelevare i veicoli con la propria EQsharing card e rilasciarli presso la stessa isola oppure presso un’altra isola.
Le iscrizioni al servizio saranno aperte il 21 ottobre 2013, ma puoi già recarti presso una delle seguenti Isole Digitali per effettuare un test drive ed avere una dimostrazione del servizio.
Prenota il tuo veicolo sul sito www.eqsharing.it, tramite App o Call Center al numero 800.035.151 e ritira la tessera di utilizzo nei seguenti punti di consegna:
Comune di Milano - via Friuli, 30:
dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00, dalle 14.00 alle 16.00
Il sabato dalle 8.30 alle 13.00
Comune di Milano – piazza Beccaria, 19:
dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00
Comune di Milano – via Larga, 12:
dal lunedì al venerdì orario continuato dalle 8.30 alle 15.30
Elettrocity Store Milano – via Foppa, 49;
dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 19.00
Il lunedì dalle 15.00 alle 19.00
Sono in corso di definizione ulteriori punti di ritiro tessere quali, biblioteche, edicole, ...

martedì 17 settembre 2013

Inaugurazione Tramezzino.it in Via Carlo Imbonati, 22

Ciao a tutti,
Vi invitiamo mercoledì 18 settembre all'inaugurazione di tramezzino.it e fluid fresh food in via Imbonati 22.

Il tema della serata sarà “TRAMEZZINO IN ROSA” serata dedicata alle donne con la presenza della make up artist ERICA MAKE UP DOLLS http://www.ericamakeupdolls.com/ la quale acconcerà tutte le donne con le sue parrucche.

Le donne che si faranno acconciare e fotografare vinceranno uno smalto e parteciperanno al contest organizzato da tramezzino.it con la possibilità di vincere prodotti di bellezza o buoni sconto.

Vi aspettiamo! :D

sabato 6 luglio 2013

Festa di cortile nel Quartiere Dergano. Il Rifugio39


Giovedì 4 luglio è stato inaugurato il nuovo negozio di arredamento etnico “Rifugio39″ di Nasser Bouderka, un nuovo commerciante del Quartiere Dergano a Milano, in Zona9. Ha offerto in dono ai nuovi vicini di casa la sua vivace e coloratissima ospitalità marocchina che ha reso ancora più coeso il gruppo di commercianti ed artigiani di questo storico Quartiere di Milano. Per tutto il pomeriggio ha fatto rivivere il piacere di abitare in un vero cortile aperto di Milano, in Via Guerzoni, 39, coinvolgendo i condomini più giovani e i più anziani con musica soft, degustazione tipica e tanta allegria. L’Associazione 9per9 idee in rete ha partecipato promuovendo l’evento on-line, raccogliendo gli scatti più belli della serata che condividiamo con quanti hanno avuto il piacere di partecipare. Grazie Nasser, alla prossima Festa!

Maggiori informazioni su: www.rifugio39.itwww.9per9.it

Guarda l’archivio fotografico completo

venerdì 10 maggio 2013

Incontro con l'Associazione 9per9 - idee in rete


Ciao a tutti,
l'Associazione 9per9 - idee in rete - ringrazia le numerose Associazioni, i Comitati, gli Operatori Commerciali e tutti gli Amici dei Quartieri che hanno partecipato alla seduta in Consiglio di Zona 9 e all'incontro in Via Confalonieri.
Sarà un piacere replicare periodicamente gli incontri in diversi punti della Zona, per aggiungere contatti utili a migliorare la coesione sociale fra le Associazioni e gli abitanti dei Quartieri, quindi per favorire la nascita e la crescita di idee e progetti culturali, sociali e di sviluppo per le nostre rispettive attività di interesse.

Riepiloghiamo di seguito i nomi di quanti hanno aderito a questa prima serie di incontri che vorremmo replicare prossimamente con l'aiuto di tutti:

- Associazione Terra del Fuoco, Via Guerzoni; - Associazione de.de.p, Via Tartini; - Comitato Promotore del Parco di Villa Litta, Viale Affori; - Associazione Diritti Anziani, Milano; - Associazione di volontariato "Fabbrica dell’esperienza di Milano", Piazza San Giuseppe; - Coop Pandora, Via Hermada; - Associazione Don Eugenio Bussa, Via Sebenico; - Associazione Isola Revel, Via Thaon di Revel; - Sig. Luciano, Via Belinzaghi; - NetGang, Via Carlo Imbonati; - Parrocchia San Nicola in Dergano, Piazza Dergano; - Associazione a Promozione Sociale Metaeducazione, Viale Affori; - Associazione Amici di Zona 9, "il Giornale di Zona 9", via Val Maira; - Asnada ONLUS, Scuola Asnada, via Ippocrate; - Studio Legale Luxiuris, Avv. Rusconi e Avv. Sanzone, Via Timavo; - Architetto Silvia Peronetti; - Associazione Quartieri Tranquilli; - Sig. Antonio Augugliaro; - Associazione Visual Container, Via Volturno; - Bar Meeting, Viale Jenner; - Associazione Nazionale Volontari Contro i Tumori, Via Guerzoni; - Community InYourFood, Isola; - Architetti Senza Frontiere ONLUS, Via G. de Castillia; - Studio Vundes, Marco Garofalo, Via Confalonieri; - Paoletti Commerciale S.r.l., - Comitato Jenner Farini, Viale Jenner; - Micamera Bookstore, Via Medardo Rosso; - Fondazione Catella, Via De Castillia; - Zona9.it Gruppo Spontaneo di aggregazione culturale, Via Carlo Imbonati; - Condominio Via Cannero 15, ViaCannero.it, Via Cannero; - Sig. Andrea Augurio, Via Crespi; - Comitato spontaneo Imbonative, Via Carlo Imbonati; - Associazione di promozione sociale PC Officina, Via Don Minzoni; - Associazione culturale Rosvaldo Muratori, Via Legnone; - Cooperativa Teatro Verdi, Via Pastrengo; - Associazione culturale La Prima Pietra, Via Pavoni; - Istituto Tecnico Industriale Luigi Galvani, Via Gatti; - ACEA Onlus, Via Confalonieri; - Associazione Famiglie con le ali, Via Pavoni;

Di seguito trasmettiamo il link della mappa geografica "aperta" che riporta le nostre posizioni sul territorio: www.9per9.it/mappa.htm

Le foto scattate in queste due piacevoli occasioni sono visibili al link: http://www.flickr.com/photos/viaimbonati/sets/72157633443139267/, quindi rinnoviamo l'invito a comunicare liberamente le prossime iniziative sociali e culturali in Zona 9.

A presto!
Associazione 9per9 - idee in rete

giovedì 2 maggio 2013

"L'Italia cambia strada" organizzato dalla Rete di Associazioni Mobilità Nuova

Sabato 4 maggio Piazzale Maciachini, ore 13,30
Il 4 maggio a Milano si terrà la manifestazione nazionale indetta dalla Rete per la Mobilità Nuova: una cordata di cittadini impegnati per la promozione di un modello di mobilità che metta al centro della progettazione delle infrastrutture del Paese non più la circolazione delle auto, ma i bisogni delle persone.
Partecipa anche tu incontrando i due gruppi provenienti dal Parco Nord e dal Parco Pini: ci troveremo in Piazzale Maciachini alle 13,30 per poi convergere in Stazione Centrale alle 14,00 insieme agli altri gruppi di bicibuses provenienti dalle altre Zone di Milano e da fuori Città.

E' un evento di coesione sociale libero e gratuito!

More info su:
Google Maps
Facebook
Mobilità nuova
L'Italia Cambia Strada

Raggiungici con la tua bici!

mercoledì 24 aprile 2013

Everyday Map - Dergano

Il 25 aprile, dalle 10 alle 18 anche in Piazza Dergano si festeggia la Liberazione, quindi per quanti sono del Quartiere o hanno problemi di deambulazione ci si trova in Piazza con i veri highlanders italiani di Via Imbonati, gli "Imbonatives" e i loro nipotini, scarrozzati amabilmente dai ragazzi dei Quartieri sulle cargobikes messe a disposizione gratuitamente dai nostri sponsors.
L'evento è organizzato da De.De.P che, presso i giardinetti di Dergano di fronte alla Chiesa di San Nicola propone l'iniziativa "Everyday Map - Dergano": un laboratorio per conoscere ed osservare le mappe, per trasportarle nella realtà tracciando i percorsi che si compiono nella vita quotidiana, quella contemporanea e quella storica.
E' anche una nuova occasione per vedere le foto storiche di Zona 9 raccolte grazie al contributo di numerosi amici.
More info su: dedep.org/ oppure sull'evento Facebook creato per l'occasione.

Il 25 aprile, non è solo politica, meditate! :D

lunedì 8 aprile 2013

Fuori Salone in Zona 9

Molte le iniziative in città questa settimana.
Scarica l’invito con il programma stampabile su: www.zona9.it

Ne evidenziamo alcune che si svolgeranno nella nostra zona di elezione:

- Lunedì 8 aprile in Bovisa c/o Politecnico una mostra sulle trasformazioni urbanistiche di questo storico quartiere operaio (e cinematografico…qui era la “cinemilano”…).

- Mercoledi 10 aprile, importante e ricco convegno sulla Bovisa di ieri e di domani. Complimenti a Paola Cofano instancabile animatrice di cultura urbanistica; al quartiere Isola sono in mostra nei negozi i progetti del cavalcavia Bussa.

- Venerdi 12 aprile concerto dell’Orchestra degli studenti di Milano e del Coro Ensemble Caecilia alla Chiesa del Sacro Volto.

- Domenica 14 aprile in via Borsieri un mercato della creatività locale. Il tutto promosso dalle associazioni di via Isola Revel e Borsieri Garibaldi nell’ambito del Distretto Urbano del Commercio Isola con il patrocinio del Consiglio di zona 9.

Per info e contatti: scrivi@zona9.it

Buon fuorisalone a tutti :)

mercoledì 3 aprile 2013

Bovisa-Dergano, un «paese» che si muove contro il degrado

L’identità forte di un quartiere dove i residenti si prendono cura del territorio che abitano


Dovrebbe essere prassi diffusa e consolidata com’è in molte metropoli del Nord Europa ma a Milano accade invece ancora di rado, in pochissime zone. Una di queste è la Bovisa, storica periferia raccontata da Olmi e Testori che la descrivono per com’era, piena di fabbriche e osterie, sede dell’antica nostra cinecittà e icona di una Milano che non c’è più. Ma a differenza che altrove qui qualcosa è rimasto: l’identità forte di un quartiere dove i residenti si prendono davvero cura del territorio che abitano. Tanto che, come raccontiamo mercoledì 3 aprile sul Corriere nelle pagine dedicate a Casa e Condominio, in quest’area si registra uno dei record per numero di comitati di zona e associazioni attive per il recupero delle aree lasciate all’abbandono e al degrado. UN QUARTIERE VIVO - Prezzi scesi del 30% in due anni ma una domanda che tiene e anzi cresce, anche se poi gli affari, a causa della crisi, si concludono raramente. Così le agenzie vedono la Bovisa e l’adiacente Dergano, quartieri attigui di matrice distinta (operaio il primo, artigiano il secondo) e tuttavia speculari nella conformazione, omogenei per tipo di abitanti e simili per le dinamiche del mercato immobiliare. «L’arrivo del Politecnico, della metro gialla e dell’ufficio di Piano Expo hanno risvegliato l’interesse, eppure la trasformazione di quest’area da zona industriale a polo di nuovi servizi si è compiuta soltanto a metà», osserva Giovanni La Varra, docente alla Scuola di architettura e società del Politecnico. A oggi resta ancora incompiuta l’opera più ambiziosa, il recupero dell’enorme spazio intorno ai gasometri, dentro l’anello ferroviario: e forse anche per questo, nota l’esperto, «il passaggio ad un ruolo nuovo nella città è avvenuto solo in parte quando invece Bovisa e Dergano, in ottica di Expo, potrebbero persino diventare "la" cittadella destinata alla ricettività e ospitalità ai giovani che arrivano da fuori». Ma è questo - un «ruolo nuovo» che in qualche modo cadrebbe dall’alto - ciò che vuole chi abita il quartiere? O in realtà qui gli abitanti si stanno già muovendo con le loro associazioni e i loro comitati e vogliono continuare per questa strada - ad alimentare dal basso, senza troppa visibilità e senza scossoni, la vitalità del loro paese nel Paese?

SCINTILLE CONTRO IL DEGRADO - A citarli tutti non basterebbero 300 righe: di iniziative interessanti la Bovisa e Dérgano sono pieni e sono tutte all’insegna di una comune filosofia di vita orientata al risparmio, alla cura per l’ambiente e al calore del buon vicinato. Si va dal progetto Zup – Zuppa Urban Project ideato da Noemi Satta per «mappare le cose belle e brutte che ci sono nella zona e più in concreto, in queste settimane, per attivare azioni di rigenerazione urbana nello spicchio di verde di via Tartini abbandonato a se stesso» all’Orto conviviale del Politecnico con l’associazione Coltivando che ha aperto ai cittadini armati di zappe, sementi e carriole, i cancelli del campus di via Durando.

La Onlus Magiudo
ABITARE INSIEME - Dalle riunioni del comitato La goccia nella vivacissima biblioteca di via Baldinucci per pretendere «verde, non cemento» a ovest della stazione fino allo sforzo della Onlus Magiudo per strappare al degrado un altro francobollo di prato, quello di via Maddalena Giudice Donadoni. E ancora dal co-housing dietro via Andreoli con Gas, car-sharing, lavanderia, hobby room e sala cene in comune per abbattere i costi anche del 15% alla casa ecologica di via Candiani realizzata dai residenti della cooperativa Bovisa90 e circondata da un grande giardino con collina e laghetto ben autogestito e aperto al quartiere dove le bollette, secondo alcuni calcoli, costano fino a un terzo meno rispetto a quelle di altri edifici milanesi.

O infine, per citare un’altra delle innumerevoli iniziative, il progetto «Made in Bovisa» dei genitori di una scuola, la primaria Bodio, ad elevato tasso di immigrazione: «Il recupero della storia del quartiere è a vantaggio di tutti, dei piccoli ma anche di noi adulti che siamo arrivati da lontano», spiega Miyuki Ikeda, giapponese, mamma di Elia. In questo caso nonna Adele, 84 anni, storica residente, ha raccontato nell’aula magna della scuola con il supporto di scritti e foto d’epoca, com’erano la Bovisa e Dergano quando lei era bambina. Mentre gli alunni con insegnanti e genitori sono usciti dall’istituto più volte per andare a vedere, nelle vie della zona, come lavorano gli artigiani, dal fabbro al falegname al gelataio. Perché qui i negozi «antichi» resistono. E contribuiscono a far innamorare anche chi, magari per caso, da questo quartiere passa, e poi forse resta.
(Fonte Corriere.it, Elisabetta Andreis)

giovedì 7 marzo 2013

Perchè diamo un riconoscimento ai baristi che non mettono le slot nei loro locali

Un attestato per premiare i bar senza slot machine. Lo ha ideato il comitato Jenner-Farini per contrastare la dipendenza dal gioco d’azzardo nel quartiere . Il primo riconoscimento e’ stato consegnato al gestore del bar “Persefone” di viale Jenner che non ha esitato a esporlo all’ingresso del locale. Questo è il primo di una serie di attestati che vorremmo consegnare a tutti i bar del quartiere che non hanno nel locale le slot machine: è già pronto il secondo per il Cafè Tomaselli al Maciachini Center. Vorremmo che questo progetto si estendesse a tutta la città (e magari alla Regione!) perché quello della dipendenza dal gioco è un problema non solo del nostro quartiere: vediamo ogni giorno tanta gente, tanti anziani, spendere i loro pochi risparmi alle macchinette. Non possiamo più rimanere a guardare. Oggi si parla tanto di business etico. E allora va dato un riconoscimento a chi sceglie una strada diversa per fare affari. Se da una parte ci sono i gestori dei locali che con le slot machine si assicurano importanti guadagni (alcuni con quei soldi pagano i dipendenti) dall’altra parte ci sono tante famiglie rovinate psicologicamente ed economicamente e che a volte finiscono in giri di prestiti ad usura. Una vera e propria patologia che si trasforma in costo sociale (ed economico) per l’intera comunità in termini di prestazioni di cura erogate. Come descrive molto bene l’Analisi sui dati relativi al gioco d’azzardo patologico del Osservatorio dipendenze della Asl di Milano (novembre 2012): 255 le persone che si sono rivolte ai centri di cura per le dipendenze (SerT) lo scorso anno, di cui il 78% di sesso maschile. Una parte dei casi con diagnosi “gioco d’azzardo patologico” aveva associata anche una dipendenza da sostanze legali (fumo, alcool). La distribuzione della patologia per fasce d’età vede un picco tra i 41 e 50 anni. Il trend è in crescita e parlarne, anche con iniziative come quella del nostro comitato, può aiutare chi ne soffre facendo capire loro, in primo luogo, di essere affetto da una patologia. L’Osservatorio spiega che “essere ammalati di gioco è un problema grave ma può essere affrontato e risolto. Per questo motivo il servizio sanitario regionale aiuta chi è ammalato di gioco e costruisce percorsi di cura e di accompagnamento che sono, di fatto, vie di uscita da una situazione di reale sofferenza”.

Articolo originale tratto dal "Corriere.it"
http://milanesi.corriere.it/2013/03/06/perche-diamo-un-riconoscimento-ai-baristi-che-non-mettono-le-slot-nei-loro-locali/

giovedì 7 febbraio 2013

Otto fermate in cerca d'autore... più una - workshop di fotografia e antropologia

Inizio: Giovedì, 7 Febbraio, 2013 - 21:00 - 23:00

A partire dai racconti di Babele 56 di Giorgio Fontana – otto storie ambientate lungo le fermate della linea 56, l’autobus che a Milano percorre via Padova – il workshop si propone di analizzare il significato sociale e culturale della migrazione calato nel proprio ambiente quotidiano.
Via Imbonati e via Pellegrino Rossi sono le vie nelle quali i partecipanti al corso saranno condotti nel loro lavoro di ricerca antropologica che prevederà un significativo uso del linguaggio e del mezzo fotografico per raccontare la storia delle trasformazioni avvenute e delle stratificazioni identitarie che giungono fino alla contemporaneità, interessando le nuove cittadinanze e le nuove comunità che oggi la abitano.
Durante la serata un antropologo e un critico di fotografia contemporanea presenteranno il workshop che si terrà da marzo a giugno presso la sede di Ecomuseo Urbano e cercheranno insieme all'autore di Babele 56 di raccontare e farsi raccontare come può essere rappresentata la realtà urbana di cui siamo partecipi.

Introduce: Alessandro Cocchieri, antropologo e direttore del Museo dell'Agro Pontino, collaboratore di Ecomuseo Urbano Metropolitano Milano nord Intervengono: Diletta Zannelli responsabile servizio educativo Museo di Fotografia Contemporanea, Giorgio Fontana scrittore e giornalista autore di Babele 56 per Terre di Mezzo

Ingresso libero con tessera Arci.