VUOI CONOSCERE LA STORIA DELLA ZONA? Regalati due libri unici

  • "Passeggiata in sei quartieri di milano" Affori, Bovisa, Bovisasca, Bruzzano, Comasina, Dergano fra arte e storia
  • "Affori & Uniti va in città" di Aldo Bartoli Ed. Raccolto
  • "Album di famiglia" di Aldo Bartoli Ed. Raccolto

Google+ Followers

Iscriviti e segui il sito via Email

giovedì 24 maggio 2012

5 nomi, tante cose, una città: "Nomicosecittà. Passeggiare, guardare, raccontare"

NOMICOSECITTA' A MILANO!
DAL 19 MAGGIO AL 16 GIUGNO CINQUE IMPERDIBILI VIAGGI ALLA SCOPERTA DI UNA MILANO INEDITA
ANCHE IN ZONA9! IN VIA IMBONATI!

Dopo il successo dell'edizione partenopea, Nomicosecittà, il ciclo di passeggiate condotto da guide di eccezione nato dall'incontro tra l'agenzia informale di sviluppo locale ASTE E NODI e l'artista Mary Cinque, arriva a Milano – dal 19 maggio al 16 giugno, ogni sabato - per un calendario imperdibile, ricco di sorprese.

Piero Colaprico, Ivan Tresoldi, Serena Sinigaglia, Marco Garofalo, Luca Mangoni, i cinque protagonisti dell'edizione milanese, organizzata dall'Agenzia Informale di Sviluppo Locale, Aste e Nodi e dall'associazione Planet Milano.

"Pallottole e paillettes", "Assalti poetici", "Verdemangoni" alcuni degli itinerari in calendario. Esperienze uniche, per pochi, eletti e rigorosamente prenotati, nomadi postmoderni

5 nomi, tante cose, una città: "Nomicosecittà.
Passeggiare, guardare, raccontare" è un viaggio tra le diverse geografie umane, storiche, fisiche, che compongono la città. Cinque incontri, a partire dal 19 maggio, che danno forma ad un vero e proprio rito collettivo e ad una pratica estetica. Un viaggio attraverso i luoghi dalle mille storie e curiosità: vicoli, anfratti, piazze, svelati da guide d'eccezione (scrittori, poeti, registi, fotografi, showman) in cui ciascuna storia personale si intreccia con quella della collettività.

Nato dall'incontro tra l'associazione Aste e Nodi, l'artista Mary Cinque e la curatrice Marcella Ferro, Nomicosecittà ha visto, già nell'edizione partenopea, la partecipazione entusiasta di centinaia di persone. Un'adesione affezionata che ha visto una moltitudine di passeggiatori in giro per la città di Napoli, dal Petraio al Porto, inseguendo le vie del centro storico. Per la prima volta, Nomicosecittà approda – a partire da sabato 19 maggio ogni settimana fino al 16 giugno - a Milano per un ciclo di cinque nuovi incontri. Al fianco di Aste e Nodi, Agenzia Informale per lo Sviluppo Locale, Planet Milano, associazione di promozione sociale animata da studenti ed esperti in urbanistica e pianificazione territoriale. Guideranno l'edizione milanese Piero Colaprico, Ivan Tresoldi (aka Ivan), Serena Sinigaglia, Marco Garofalo e Luca Mangoni.

Cinque viaggi, tra storie inedite e leggende metropolitane, dove racconti personali s'intrecciano con momenti epici, spezzoni di Storia e di impegno civile, il tutto attraversando giardini, strade, anfratti e perdendosi nel moderno skyline, tra grattacieli e moderne strutture urbane. Un percorso lungo la città reale e le sue prospettive, cavalcando ricordi, sogni, speranze. Ogni incontro, a cui è richiesta la partecipazione attiva degli intervenuti, sarà documentato da Francesco Secchi, giovane fotografo meneghino.

La partecipazione alle passeggiate, previa prenotazione, è gratuita. Per effettuare la prenotazione è necessario iscriversi nella sezione partecipa del sito www.nomicosecitta.org

Per sostenere Nomicosecittà Milano: http://www.eppela.com/ita/projects/196/nomicosecitt-milano

LE PASSEGGIATE
- Piero Colaprico/Scrittore
19 maggio ore 10.30/Ritrovo Via Malpighi, 3
‘Pallottole e Paillettes’: casa Galimberti, corso Buenos Aires, via Sirtori, la pizzeria di Rosy e Gabriele, le storie di mala di oggi e di ieri, gli scontri di via Regina Giovanna, la chiesa ortodossa, i gialli di via Tadino, il teatro, le paillettes e il bar di Ruby, p.zza Argentina.

- Ivan/Poeta di strada
26 maggio ore 15.00/Ritrovo Viale Cassala, ang. Carlo Torre
‘Assalti poetici’: in collaborazione con Insieme nelle Terre di Mezzo onlus v.le Cassala: “Poesia lo sciopero migrante”, il Villaggio Barona, l’arci Biko, l’arci Bitte, la Gelateria della Musica, via Bussola 4: la casa dell’assalto poesia, via Lombardini: l’ultima trattoria prima della fine del mondo, i Magazzini Ferroviari “Poesia sul mercato sfatto”,p.ta Genova: il villaggio città.

- Serena Sinigaglia/Regista
2 giugno ore 11.30/Ritrovo Viale Bligny, ang. Röntgen
‘Dalla città che c’è alla città che vorrei’: la casa, l’Università Bocconi, l’edificio-mondo, la Paolo Grassi, le ville austere, la musica, il fortino dei boss, p.le Abbiategrasso, il Teatro Ringhiera, la Festa dei Fiori.

- Marco Garofalo/Fotografo
9 giugno ore 15.00/Ritrovo Via Carlo Imbonati, ang. via Baldinucci ‘In vita di Carlo Imbonati’: Il fantasma di Carlo Imbonati, la banda del kalashnikov, la latteria della signora Gianna, la fabbrica di cioccolato, la Torre della ex Carlo Erba, il Maciachini Center, l’Atelier dello scultore Arturo Martini, la Trattoria da Amilcare, Festa di Via Livigno "Una finestra sul Mondo"

- Luca Mangoni in arte il Supergiovane/Architetto e showman
16 giugno ore 15.00/Ritrovo Parco Nord
‘Verdemangoni’: Milano che si trasforma, il Parco Nord, la Pirelli con il suo Villaggio, i vuoti urbani che richiamano un tempo ormai passato, le case di via koerner e quelle di via cagliero, i giardini sopra la ferrovia e i giardini verticali, la città storica e gli storici scalatori.

GLI ARTISTI
Piero Colaprico, (1957) vive a Milano, dove come giornalista si occupa di giustizia e cronaca nera. È inviato per La Repubblica. Ha scritto con Pietro Valpreda i primi tre libri della serie con il maresciallo Binda quale protagonista: Quattro gocce di acqua piovana, La nevicata dell’85 e La primavera dei maimorti. La saga proseguirà con L’estate del Mundial e La quinta stagione , scritti dal solo Colaprico dopo la morte di Valpreda. Nel 2004 esce La Trilogia della città di M, un romanzo di tre lunghi racconti ambientati a Milano con protagonista l’ispettore Bagni. Il libro si aggiudica il Premio Scerbanenco, ex-aequo con Sorelle di Barbara Garlaschelli.

Ivan Tresoldi, (1981) in arte Ivan, nasce tra le braccia del quartiere della Barona, alla periferia sud di Milano. Co-fondatore di Art Kitchen, oggi promuove in Italia ed all’estero eventi d’arte e cultura. Dal 2003 assalta la strada a colpi di poesia, dipingendo e affiggendo per le vie di Milano le sue poesie. Nel febbraio 2009 la sua prima personale presso lo Spazio Oberdan di Milano. Ha viaggiato portando con sè la sua Poesia di Strada per tutta l’Europa, passando per Haiti, Cuba, Mali, Sud Africa, Libia, Libano, Palestina e New York. Scrive, tra gli altri, per Linus, Smemoranda, Emergency e Radio Popolare.

Serena Sinigaglia, (1973) regista teatrale, diplomata in regia alla Scuola d’arte drammatica Paolo Grassi nel 1996. Lavora come assistente alla regia con Gabriele Vacis e Gigi Dall’Aglio. Ha fondato ed è direttore artistico di A.T.I.R. (Associazione Teatrale Indipendente per la Ricerca). A.T.I.R. gestisce dal 2007 il Teatro Ringhiera situato in una zona periferica di Milano immersa nel Parco Agricolo Sud: Chiesa Rossa - Gratosoglio. Accanto alla messa in scena di classici (Romeo e Giulietta, Baccanti etc) e nuove drammaturgie (Qui città di M., etc), Serena Sinigaglia si impegna a contribuire alla riqualificazione del quartiere di Chiesa Rossa attraverso varie attività del Teatro Ringhiera rivolte gli abitanti.

Marco Garofalo (1976) A Marzo 2012 espone alcune opere miste presso la galleria Valeria Bella di via San Damiano a Milano e presso il Festival del cinema Africano, d’Asia e America Latina come curatore di una mostra dal titolo ‘Good morning Africa’. Insegna fotografia presso istituti italiani superiori e presso strutture sociali in Italia e all’estero. Nel 2007 ha esposto insieme al maestro Gabriele Basilico in ‘Milano si mostra’ la più grande esposizione all’aperto organizzata Milano, con il progetto ‘Passaggio 35’ sulla rappresentazione della trasformazione urbana e sociale della città di Milano. E’ distribuito dall’agenzia LUZ photo.

Luca Mangoni (1961),Frequenta il liceo Einstein di Milano, in classe con Elio, del quale diventa ben presto amico di ventura. Si laurea in architettura al Politecnico di Milano e dopo alcuni anni apre uno studio. L’ amicizia con Elio porta Mangoni alla ribalta : da piccole e saltuarie parti nei primi anni ‘90 (tanto che è soprannominato l’Eterno Escluso) a vere e proprie performance : sul palco impersona Supergiovane e il Farmacista, balla sul cubo durante El Pube e diventa il Dottor Stramangone in visita occasionale (l’ultimo libro del Dottore si intitola “L’uso del liquido seminale come consolidante nella malte”). Interprete addirittura di un cd singolo con la parodia di IN TE di Nek, il ragazzo immagine Mangoni è ormai un componente a cui gli EelST raramente rinunciano: amato dal pubblico, ruba spesso la scena allo stesso Elio (che infatti spesso commenta “Mangoni non sa fare un cazzo e tutti applaudono !”).

Nasce da un’idea di:
ASTE e NODI agenzia informale di sviluppo locale.
Siamo un gruppo di giovani studenti e ricercatori in diversi ambiti e con diverse provenienze geografiche, abbiamo come obiettivo quello di costruire una rete di intelligenze e di competenze, che si occupi del territorio, della sua salvaguardia edel suo sviluppo in maniera integrata. Pensiamo che il territorio sia un palinsesto e come tale necessita di un approccio complesso, che tenda a considerare i diversi punti di vista e i diversi sguardi specializzati o diffusi. Ci ispiriamo ai principin fondamentali della Carta Costituzionale europea, al trattato di riforma di Lisbona e ai valori della Costituzione Italiana. Abbiamo a cuore i temi della sostenibilità e dello sviluppo equo, dell’ecologia e della giustizia, della democrazia e della cittadinanza. www.asteenodi.it

Mary Cinque, artista di origini campane, trascorre l’infanzia tra Pompei ed Addis Abeba. Si trasferisce a Napoli dove si forma all’istituto d’arte Boccioni e all’Accademia di Belle Arti. Dopo la Scuola di Comix di Via Atri completa il suo percorso formativo a Milano presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, dove si diploma cum laude nel 2008. Ha esposto in mostre collettive e personali in Italia e all’estero. Nel 2011 segue come direttrice artistica l’edizione napoletana di Nomicosecittà. www.marycinque.it

PlaNet Milano associazione di promozione sociale di studenti e laureati in pianificazione urbana.
Riunisce e rappresenta studenti e laureati in Urbanistica e Pianificazione Territoriale. Nasce al Politecnico e vuole aprirsi al territorio, per relazionarsi sui temi della trasformazione della città contemporanea. L’associazione si pone l’obiettivo di costruire e mantenere ‘vive’ le riflessioni intra e inter disciplinari sulle trasformazioni territoriali, di costruire un bagaglio comune di conoscenze da esercitare nella professione di pianificatore territoriale e di diffonderle tra tutti i soggetti che attraverso il loro continuo lavoro e impegno hanno a che fare con la non facile ma appassionante questione del governo territoriale. PlaNet Milano nasce dalle domande e dalle esigenze di un gruppo di studenti e laureati impegnati nello studio e nella pratica della pianificazione territoriale, e allo stesso tempo giovani e comuni cittadini. http://www.planetmilano.it/

Marcella Ferro, consegue il titolo in Decorazione presso lʼAccademia di Belle Arti di Napoli, ambito nel quale sviluppa il suo interesse per lʼarte contemporanea e nello specifico la declinazione ambientale. Si dedica alla critica militante svolgendo attività di curatela dal 2006 con lʼintervento Chi per Noi come Noi, installazione temporanea nel giardino del Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli. In seguito cura la collettiva Echi Temporanei ospitata dal Frac di Baronissi nel 2007. L'anno seguente collabora con la Galleria Artʼs Events di Benevento per la mostra Nuove materie della pittura, nonché segue la collaborazione con lʼAssociazione Wunderkammern per la quale cura Magical Mistery Tour. Successivamente realizza, insieme a Pasquale Ruocco, Sguardi Irrequieti. Del 2010 la cura dellʼintera Rassegna Apertoʼ10 sempre in collaborazione con questʼultimo. Vive e lavora a Napoli. Nel 2011 segue come direttrice artistica l’edizione napoletana di Nomi Cose Città.

Con la collaborazione di....
ABCittà, Akeleinaa Dojo, Alma Rosè, Arci Biko, Arci Bitte, Argenteria De Vecchi, Art Kitchen, Ass.ne, Insieme nelle Terre di Mezzo onlus, Francesca Cogni e Donatello De Mattia, Festival Scrivere sui Margini, Giovanni Caro, La Cordata s.c.s., La Gelateria della Musica, Libreria Popolare Via Tadino, Maciachini Center, NetGang, HUB Barona, il Papavero, Pierfrancesco Sacerdoti, Compagnia ATIRTeatro Ringhiera, Signora Gianna, Teatro Elfo Puccini, Trattoria da Amilcare, SEM, Shake edizioni, Zàini, ZAM e Zona9.it

....e il patrocinio di: SEM_ Società Escursionisti Milanesi e del Consiglio di Zona9

Per ulteriori informazioni www.nomicosecitta.org
nomicosecittamilano@gmail.com